IL CORVO

1169

il-corvo-curiosity-movieIl corvo-The Crow è un film del 1994 diretto da Alex Proyas, tratto dall’omonimo fumetto di James O’Barr.

Vennero successivamente girati tre sequel: Il corvo 2La città degli angeli, unico film a collegarsi al primo, Il corvo 3-Salvation e Il corvo-Preghiera maledetta, che però non hanno mai raggiunto il successo del primo capitolo.

Per la realizzazione del film furono spesi 15,000,000 di dollari con un incasso totale di 94,000,000 di dollari.

 

 

dario-argento-curiosity-movie

Inizialmente la regia del film fu proposta a Dario Argento, che però rifiutò.

jamesobarr-curiosity-movie

Il fumettista James O’Barr, autore del fumetto Il Corvo, appare nel film mentre ruba una TV dal negozio di Gideon dopo che questi è saltato in aria.

david-j-schow-curiosity-movie

Lo scrittore è uno dei primi uomini ad essere uccisi nello scontro a fuoco durante la riunione delle gang. Lo vediamo cadere e poi sparire sotto il tavolo.

il-corvo-magic-curiosity-movie

L’uccello usato nel film è un corvo comune o corvus corax. Il corvo comune è considerato il più abile di tutti gli uccelli. Molto importante è il suo collegamento con la mitologia scandinava, infatti si pensava che il corvo fosse un messaggero di morte. Uno dei corvi usati per il film, Magic, fu usato anche in tutti i sequel. Il protagonista nel film, di cognome, si chiama Draven. Cognome che ricorda, in inglese, la pronuncia the raven, per l’appunto Il Corvo. Altra citazione, tra l’altro, della poesia di Edgar Allan Poe a cui James O’Barr si ispirò per la scrittura del suo fumetto.

brandon-lee-curiosity-movie

 Per interpretare il ruolo di Eric, Brandon Lee dovette perdere 7 kg. Inizialmente l’attore voleva che il film fosse girato in bianco e nero per rifarsi all’omonimo fumetto e usare il colore solamente nelle scene di flashback, ma i produttori non furono d’accordo.

brandon-lee-curiosity-movieBrandon Lee morì il 31 marzo 1993 a quando mancavano tre giorni alla fine delle riprese del film. La tragedia fu causata dalla poca attenzione dello staff. Per motivi di tempo, non avendo colpi a salve, alcuni membri della troupe comprarono proiettili veri rimuovendo la polvere da sparo all’interno e ricongiungendo il proiettile alla capsula a percussione. La pistola venne utilizzata in diverse riprese, ma all’interno della canna rimase bloccato un proiettile per via di una carica debole. Il difetto passò purtroppo inosservato e l’arma venne successivamente ricaricata con proiettili a salve per poi essere usata per girare la scena fatale. Per via della breve distanza e della canna ostruita, una carica a salve fu sufficientemente forte da far partire il proiettile bloccato, colpendo Brandon Lee all’addome.

La scena fatale per l’attore è quella in cui Eric appena resuscitato, torna nella sua abitazione gli ritornano alla mente le dinamiche della sua morte. In quel momento l’arma che lo uccise era in mano all’attore Michael Massee  il quale, inconsapevole del suo malfunzionamento, lo colpì ferendolo gravemente. Dopo l’incidente, Brandon fu ricoverato d’urgenza al “New Hanover Regional Medical Center” di Wilmington, dove morì dopo una vana operazione di circa 12 ore.

sofia-shinas-ernie-hudson-eliza-hutton-michael-massee-curiosity-movieCon la morte di Lee, concludere il film fu più arduo del previsto, non solo perché alcune parti dovevano ancora essere completate ma anche perché alcuni interpreti non parteciparono alla sua ultimazione. Sofia Shinas, che assistette al dramma, si rifiutò di proseguire, Ernie Hudson abbandonò per motivi familiari, a causa della morte di suo cognato. A due mesi dal decesso dell’attore, la troupe, anche per volere della fidanzata di Brandon, Eliza Hutton, decise di completare il film e i restanti attori continuarono a parteciparvi, compreso Michael Massee, che però cadde in depressione, per un certo periodo, a causa della tragedia. Dopo il terribile incidente la produzione cinematografica statunitense stabilì che nelle sparatorie le armi non venissero più puntate direttamente verso gli individui, ma con un’angolazione di 30°. Per alcune scene del film Brandon Lee venne creato al computer.

brandon-lee-eliza-hutton-curiosity-movie

Per una tragica coincidenza, lo stesso Lee, come Eric Draven nel film, si sarebbe dovuto sposare. Le nozze con la sua fidanzata Eliza Hutton, erano previste a meno di tre settimane dalla conclusione del montaggio del film.

chad-stahelski-jeff-cadiente-curiosity-movie

A causa di questa morte prematura la produzione fu costretta a sovrapporre il volto dell’attore sul corpo di due controfigure grazie alla computer grafica. Le controfigure sono Chad Storelson e Jeff Cadiente.

top-dollar-curiosity-movie

 Il boss finale del film si chiama Top Dollar, ma nella pellicola non viene mai chiamato così. Nessun personaggio si riferisce a lui chiamandolo per nome.

the-crow-curiosity-movieLa scena in cui Eric viene scagliato dalla finestra non è stata filmata con l’aiuto della controfigura. Un video tratto dal DVD in versione Collectors Editionmostra un set nel quale Lee è attaccato ad un elastico, con le gambe e le braccia protese verso il basso, e la scena viene girata da una telecamera piazzata sotto di lui. Lee si sposta con l’elastico dal basso verso l’alto ma la scena verrà poi modificata col computer in modo da sembrare una caduta.

chitarra-the-crow-curiosity-movie

Immagine della bacheca all’Hard Rock Cafè di Hollywood contenente la chitarra che Brandon Lee sfascia in una scena del film.